Gesip, riprende la protesta: bloccate le strade della città

Sono circa un centinaio gli operai, senza paga e senza lavoro da dodici giorni, che stanno presidiando Palazzo delle Aquile. Traffico in tilt in alcune zone della città. La potesta è ripresa dopo che ieri non sono stati sbloccati i 5 milioni dal tavolo del governo
Palermo, Cronaca

PALERMO. Circa un centinaio di operai della Gesip, senza paga e senza lavoro da dodici giorni, sta presidiando Palazzo delle Aquile, sede del Municipio di Palermo. In alcune zone della città, come quella della stazione centrale, il traffico è in tilt. La proroga al contratto di servizio tra la società e il Comune è scaduta il 31 agosto e il governo non ha sbloccato ancora 5 milioni di euro assegnati a Gesip da un'ordinanza della protezione civile di maggio, che avrebbe consentito un proseguimento delle attività per ulteriori 25 giorni.
La riunione di ieri a Palazzo Chigi non ha prodotto i risultati attesi dagli operai (sono 1805 i dipendenti della Gesip), e  questa mattina sono tornati in piazza. Anche il gruppo di dipendenti che occupa la Cattedrale ha deciso di proseguire la protesta all'interno del Duomo, trasformato in dormitorio oramai da giovedì scorso.

AGGIORNAMENTO DELLE 11.16. Gli operai della Gesip, dopo il sit-in davanti al municipio di Palermo, si sono mossi in corteo bloccando il traffico di corso Vittorio Emanuele e mandando in tilt la circolazione anche in via Maqueda e in corso Tukory. Alcuni operai hanno anche rovesciato cassonetti lungo il percorso. I lavoratori intendono arrivare davanti a palazzo d'Orleans, sede della presidenza della Regione.

AGGIORNAMENTO DELLE 11.48. Circa un centinaio di operai Gesip sta bloccando piazza Indipendenza. I dipendenti stanno manifestando davanti a Palazzo D'Orleans, sede della presidenza della Regione. Il traffico nella zona è in tilt.
Circa una quarantina di operai della Gesip sta presidiando anche l'incrocio tra via Maqueda e Corso Vittorio Emanuele. Nel quadrilatero sono fermi diversi mezzi dell'Amat. La polizia municipale ha deviato la circolazione nei pressi di piazza Verdi e via Napoli. Circa duecento operai da Palazzo delle Aquile si sono mossi in corteo percorrendo anche via Roma e corso Tukory - dove hanno rovesciato cassonetti - fino a piazza Indipendenza. In questo momento stanno percorrendo controsenso corso Alberto Amedeo, in direzione del tribunale.

AGGIORNAMENTO DELLE 12.47. Circa un centinaio di operai della Gesip sta percorrendo la zona della Cala, con le mani alzate. Dietro di loro c'é anche un gruppo di agenti in assetto antisommossa con scudi e caschi. A sorvolare la zona ci sono mezzi aereo della polizia. Ovunque i manifestanti passano rovesciano per strada quello che trovano: cassonetti, panche di legno. Un gruppo ha imboccato via Cassari spostando la protesta a piazza Caracciolo, alla Vucciria, sotto lo sguardo incredulo dei turisti. I manifestanti sì muovono senza meta con un unico obiettivo: bloccare tutto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook