Incendio a Bellolampo, indagata la responsabile sicurezza della discarica

Violazione delle norme sull'incolumità dei lavoratori. Questa l'accusa del pm, Geri Ferrara, nei confronti di Lara Calì. Sottolineata la cattiva gestione del sito da parte degli inquirenti che hanno notato ad esempio la presenza di sterpaglie vicino al luogo del rogo
Palermo, Cronaca

PALERMO. La responsabile sicurezza della discarica di Bellolampo Lara Calì è indagata dai pm di Palermo per violazione delle norme sulla sicurezza del lavoro. Le contestazioni del pm Geri Ferrara si riferiscono al mancato rispetto delle norme antincendio in discarica. I pm che indagano sul rogo scoppiato a fine luglio a Bellolampo ipotizzano il reato di disastro ambientale. Nel fascicolo, dunque, aperto inizialmente per incendio, vanno aggiungendosi nuove contestazioni che restano, comunque, a carico di ignoti.
Gli inquirenti stanno ricostruendo le omissioni gravissime che hanno permesso alle fiamme di propagarsi: una cattiva gestione quella del sito di Bellolampo sottolineata da subito dagli inquirenti che hanno notato, a esempio, la presenza delle sterpaglie accatastate vicino all'area che avrebbero alimentato il fuoco. Quanto al movente si indaga principalmente su chi avesse interesse alla chiusura della discarica palermitana in cui finiscono 900 tonnellate di rifiuti al giorno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X