Palermo, operai Gesip in corteo: ancora blocchi

I lavoratori, senza paga dal 1 settembre, hanno bloccato corso Vittorio Emanuele, all'altezza dei Quattro Canti, vicino al municipio
Palermo, Cronaca

PALERMO. Gli operai della Gesip, senza lavoro e senza paga dal 1 settembre, hanno bloccato corso Vittorio Emanuele a Palermo, all'altezza dei quattro canti nei pressi del Municipio di Palermo. E anche ieri il traffico nella zona è andato in tilt.
Un gruppo di una cinquantina di operai della Gesip, ha manifestato sul sagrato della Cattedrale di Palermo. La zona è stata presidiata da agenti di polizia, in assetto anti sommossa, che hanno tentato di impedire l'ingresso dei manifestanti dentro il Duomo. I dipendenti della società partecipata del Comune hanno anche presidiato la piazza davanti al Municipio, in attesa dei conoscere gli esiti delle riunioni in programma oggi a Roma sulla vertenza.


OPERAI OCCUPANO SIMBOLICAMENTE CATTEDRALE. Circa trenta operai della Gesip hanno occupato simbolicamente la Cattedrale di Palermo. I lavoratori stanno incontrando il parroco chiesa, padre Filippo Sarullo, e non intendono andare via fino a quando non avranno risposte sul loro futuro. Due dipendenti della Gesip hanno deciso di cominciare lo sciopero della fame. Dice Antonino Leto, operai Gesip di 36 anni: "Ho tre bambini piccoli. Il lavoro è un diritto, non andremo via da qui se non avremo risposte".
Piero Giannona della Cisal aggiunge: "Basta con notizie frammentate, ci dicano chiaramente quale sarà il nostro futuro nel bene o nel male. Insieme a Filippo Giaconia ho deciso di cominciare lo sciopero della fame". Per il segretario regionale della Fisascat Cisl Mimma Calabrò: "Serve un'operazione verità, non si può giocare sulla pelle dei lavoratori. Serve un'assunzione di responsabilità da parte di tutti". Nel pomeriggio nella Cattedrale è in programma la celebrazione di un matrimonio.
Fuori dalla Cattedrale, invece, un gruppo di operai della Gesip han bloccato Corso Vittorio Emanuele, mandando in tilt il traffico, mentre un gruppetto è salito su una terrazza della chiesa. Gli operai gridano "Vogliamo il lavoro". Sono 1.805 gli operai della società che é in liquidazione dal 2010. I lavoratori sono senza stipendio da sabato scorso: il 31 agosto è scaduta la proroga del contratto di servizio tra la partecipata e il Comune.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.03. Durante il tentativo di irruzione degli operai della Gesip nella Cattedrale di Palermo, un agente dei carabinieri in tenuta antisommossa è rimasto livemente contuso a un braccio. L'uomo è stato subito soccorso e medicato.
Nella tarda mattinata un gruppo di manifestanti ha avuto accesso al Duomo, e dopo aver parlato con padre Filippo Sarullo, ha deciso di occupare simbolicamente la Chiesa, mentre altri operai sono saliti sul tetto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook