Rifiuti a Palermo, il Comune corre ai ripari

Un’ordinanza prevede che dalle prossime ore il Coime affianchi l’Amia nella raccolta. Priorità alle zone periferiche dove ci sono ancora cumuli di spazzatura. In campo altri due mezzi pesanti e una pala gommata

PALERMO. L'assessore comunale Francesco Giambrone, d'intesa con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, ha firmato un'ordinanza sindacale con cui, da domani, la struttura operativa del Coime collaborerà con il personale dell'Amia per la raccolta dei cumuli di rifiuti ancora esistenti, e specialmente, nelle zone periferiche della città di Palermo. Il personale Coime, supporterà quello della Società Amia con l'ausilio di due mezzi pesanti ed una pala gommata. L'utilizzo di questi mezzi avverrà sino alla conclusione del periodo emergenziale e, comunque, non oltre il prossimo 31 agosto.  
L'ordinanza sindacale segue la disposizione con la quale il Comune ha consegnato nei giorni scorsi all'Amia otto autocompattatori ottenuti dal tribunale da beni confiscati alla mafia. Il dirigente del Coime Francesco Teriaca è già entrato in contatto con l'Amia per valutare le aree di intervento sulle quali agire d'intesa prioritariamente: si inizierà con la zona di Acqua dei Corsari. Le altre aree interessate alla raccolta dei cumuli di rifiuti comprenderanno, tra l'altro, Bonagia, Falsomiele, Zen.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X