Palermo, allo Steri lezioni antimafia

PALERMO. Nove lezioni antimafia per promuovere la cultura della legalità sulle tracce dell'esperienza di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Il ciclo degli incontri comincerà martedì 31 gennaio  a palazzo Steri, sede del Rettorato universitario, con una lezione su "Cosa nostra nella storia sociale e giudiziaria siciliana". Ne parleranno, dopo la presentazione del rettore Roberto Lagalla e l'introduzione di Alfredo Morvillo tre magistrati: il procuratore Francesco Messineo, Gioacchino Natoli presidente del tribunale di Marsala, e Giuseppe Ayala procuratore generale dell'Aquila.
Natoli è stato uno dei componenti dell'ufficio istruzione diretto da Antonino Caponnetto e Giuseppe Ayala è stato pubblico ministero del primo maxiprocesso a Cosa nostra. Nel pomeriggio, sempre allo Steri, seguirà un confronto che traccerà un bilancio critico delle strategie normative e giudiziarie antimafia e approfondirà il tema delle riforme. Ne parleranno il procuratore generale di Caltanissetta, Roberto Scarpinato, Giovanni Fiandaca, Antonio Scaglione e Giuseppe Di Chiara dell'Università di Palermo. I seminari - promossi oltre che dalla fondazione Falcone, dall'Università di Palermo e da Confindustria Sicilia - mirano a fornire agli studenti un percorso formativo che prende le mosse da una ricognizione storica sulla mafia dagli anni '70 a oggi. Il ciclo si concludera' il 10 maggio, a ridosso dell'anniversario della strage di Capaci, con gli interventi di Pietro Grasso, Maria Falcone, Alfredo Morvillo e il presidente di Confindustria Sicilia, Ivan Lo Bello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X