Mochi, kimono e sakè: un po' di Giappone a Palermo

Obiettivo della serata far conoscere la cultura giapponese attraverso alcuni riti che la caratterizzano. Ad organizzare la giornata tipica orientale, inserita nel ciclo di eventi «Trame d'Oriente», è stato Mario Dell'Oglio

PALERMO. Far conoscere la cultura giapponese attraverso due riti che la caratterizzano: la danza tradizionale e la vestizione del kimono. Ad organizzare la giornata tipica orientale, inserita nel ciclo di eventi «Trame d'Oriente», Mario Dell'Oglio che ormai da dieci anni programma eventi culturali di notevole interesse per i propri clienti. «Nutro una grande passione per il Giappone, dove sono stato più volte - dice Mario - e ritengo che ci siano delle somiglianze tra lo
stile e il design del nostro brand e la cultura del mondo asiatico». La danza, da quella tradizionale alla moderna, è stata eseguita da Sayoko Onishi, coreografa in prestigiosi teatri internazionali. A cura di Hiroko Maekawa, invece, la vestizione del Kimono, pratica che si tramanda nel corso degli anni. Dopo le esibizioni, è stato offerto il mochi, dolce tradizionale giapponese fatto con riso glutinoso tritato e pestato, accompagnato da tè o sakè.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X