Carnevale e satira, a Termini Imerese sfila il carro "Bunga Bunga"

Protagonista una gigantesca caricatura del premier Silvio Berlusconi, vestito da africano mentre balla tra Ruby e tante ragazze. Tanti i partecipanti alla kermesse più antica di Sicilia
Palermo, Archivio

TERMINI IMERESE. A Termini Imerese, in provincia di Palermo, impazza il Carnevale all'insegna della satira. Tra i tanti carri allegorici che hanno colorato le strade del paese, il più emblematico è stato sicuramente quello dedicato denominato «Bunga bunga» e che raffigura il premier Silvio Berlusconi vestito da africano che balla tra Ruby e tante ragazze. Chiaro il riferimento alle vicissitudini giudiziarie di questo periodo che stanno interessando il Presidente del Consiglio in persona. La «febbre» dei gratta e vinci e i cartoni animati sono gli altri temi affrontati dai carri carnevaleschi. I carri in gara saranno valutati da una giuria popolare e una tecnica, guidata dal disegnatore satirico Vincino. Un altro carro che ha attirato l'attenzione dei tanti visitatori giunti a Termini Imerese, è quello che vede protagonista Sergio Marchionne, in riferimento alla vertenza Fiat. Lo slogan recita: «Resterete senza Fiat...o» ed è stato ideato dall’agenzia di comunicazione Feedback. La frase ha sta a significare lo stupore di chi «rimarrà senza fiato» per la bellezza della manifestazione ma parla anche la vertenza dei lavoratori. A sfilare sono stati anche principesse, cavalieri e re. E ancora mostri e zombie. Il tutto condito da musica e concerti. Anche quest'anno tanti i partecipanti alla kermesse, provenienti da ogni parte della Sicilia, e anche dell'Italia. Quello di Termini Imerese è considerato il Carnevale considerato il più antico di Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook