Fuori dal camper. Vandali in una scuola a Palermo

Enlarge Dislarge
1 / 6
Il camper del Giornale di Sicilia ha visitato la scuola elementare Castrogiovanni, del quartiere Bandita (alla fine di via Messina Marine) che, dopo uno smottamento di un anno e mezzo fa non ha potuto più accogliere gli alunni. Giocattoli rotti, polvere, calcinacci, oggetti rabberciati e altri bruciacchiati si possono trovare ovunque. I bambini sono ospitati nella sede centrale dell’istituto Renato Gottuso. Adesso allo smottamento si è aggiunto il vandalismo e scritte inneggianti alla mafia nelle pareti delle aule (foto di Igor Petyx).
Il camper del Giornale di Sicilia ha visitato la scuola elementare Castrogiovanni, del quartiere Bandita (alla fine di via Messina Marine) che, dopo uno smottamento di un anno e mezzo fa non ha potuto più accogliere gli alunni. Giocattoli rotti, polvere, calcinacci, oggetti rabberciati e altri bruciacchiati si possono trovare ovunque. I bambini sono ospitati nella sede centrale dell’istituto Renato Gottuso. Adesso allo smottamento si è aggiunto il vandalismo e scritte inneggianti alla mafia nelle pareti delle aule (foto di Igor Petyx).