Fuori dal camper. Il difficile recupero dei sottopassi

Enlarge Dislarge
1 / 10
Il camper del Giornale di Sicilia torna nel sottopassaggio di via Santissima Mediatrice a Palermo. In questo tunnel, insieme a quello di via Oliveri Mandalà era stato attivato il servizio di vigilanza sia diurno che notturno. Da due settimane, però, il contratto con la Spo è scaduto. Risultato: i sottopassaggi sono tornati in balìa dei rifiuti e dei vandali. Il Comune aveva tentato di risolvere il problema, impiegando come custodi trenta ex Lsu ma loro si sono rifiutati di farlo. «Gli ex Lsu sono a disposizione dell’amministrazione e non possono opporsi agli incarichi che rientrano nelle loro mansioni», ha detto l’assessore comunale alle Opere Pubbliche Sergio Rappa. Intanto il coordinatore del Settore Risorse umane, Antonino Mercurio annuncia un procedimento disciplinare. Procede a fatica, dunque, il recupero dei dieci sottopassi sparsi in tutta la città. Ne sono testimonianza queste foto realizzate da Igor Petyx e pubblicate sul nostro sito www.gds.it.
Il camper del Giornale di Sicilia torna nel sottopassaggio di via Santissima Mediatrice a Palermo. In questo tunnel, insieme a quello di via Oliveri Mandalà era stato attivato il servizio di vigilanza sia diurno che notturno. Da due settimane, però, il contratto con la Spo è scaduto. Risultato: i sottopassaggi sono tornati in balìa dei rifiuti e dei vandali. Il Comune aveva tentato di risolvere il problema, impiegando come custodi trenta ex Lsu ma loro si sono rifiutati di farlo. «Gli ex Lsu sono a disposizione dell’amministrazione e non possono opporsi agli incarichi che rientrano nelle loro mansioni», ha detto  l’assessore comunale alle Opere Pubbliche Sergio Rappa. Intanto il coordinatore del Settore Risorse umane, Antonino Mercurio annuncia un procedimento disciplinare. Procede a fatica, dunque, il recupero dei dieci sottopassi sparsi in tutta la città. Ne sono testimonianza queste foto realizzate da Igor Petyx e pubblicate sul nostro sito www.gds.it.