Fuori dal camper. Scuola tra i ponteggi

Enlarge Dislarge
1 / 6
Ponteggi montati nel 2002 ancora oggi fanno da cornice alla scuola elementare La Masa di Palermo. Una storia che va avanti ormai da otto anni da quando l’impalcatura è stata sistemate per alcune crepe causate dal terremoto ma mai più smontata. Con il passare del tempo, è diventata una vera e propria trappola per i piccoli alunni e per tutto il personale della scuola. Ma non solo. La struttura nel frattempo è diventata anche ricettacolo di rifiuti e rifugio sicuro per i vagabondi. Il camper del Giornale di Sicilia è giunto in questa scuola per raccogliere le proteste di insegnanti, genitori e preside. Pubblichiamo sul nostro sito www.gds.it, le immagini della scuola e i volti di chi vuole rivedere la facciata di questo edificio finalmente sgombra. Intanto l’assessore comunale alle Manutenzioni, Sergio Rappa spiega: «Abbiamo avuto un anno difficilee questo ci ha impedito diprogrammare, in maniera serena, gli interventi che rappresentano l’ordinario. Abbiamo vissuto con la paura e la preoccupazione di garantire lo svolgimento delle lezioni. Mi auguro che questo bilancio venga approvato nel più breve tempopossibile per garantire di intervenire lì dove le situazioni sono più gravi. In previsione ci sono 10 milioni di euro da destinare a manutenzione e ristrutturazione degli edifici scolastici. Una volta approvato il bilancio verrà elaborato un piano per individuare quali scuole saranno destinatarie di questi fondi. Ovviamente - conclude Rappa - le priorità verranno decise in base alle situazioni più gravi legate alla sicurezza» (foto di Igor Petyx).
Ponteggi montati nel 2002 ancora oggi fanno da cornice alla scuola elementare La Masa di Palermo. Una storia che va avanti ormai da otto anni da quando l’impalcatura è stata sistemate per alcune crepe causate dal terremoto ma mai più smontata. Con il passare del tempo, è diventata una vera e propria trappola per i piccoli alunni e per tutto il personale della scuola. Ma non solo. La struttura nel frattempo è diventata anche ricettacolo di rifiuti e rifugio sicuro per i vagabondi. Il camper del Giornale di Sicilia è giunto in questa scuola per raccogliere le proteste di insegnanti, genitori e preside. Pubblichiamo sul nostro sito www.gds.it, le immagini della scuola e i volti di chi vuole rivedere la facciata di questo edificio finalmente sgombra. Intanto l’assessore comunale alle Manutenzioni, Sergio Rappa spiega: «Abbiamo avuto un anno difficilee questo ci ha impedito diprogrammare, in maniera serena, gli interventi che rappresentano l’ordinario. Abbiamo vissuto con la paura e la preoccupazione di garantire lo svolgimento delle lezioni. Mi auguro che questo bilancio venga approvato nel più breve tempopossibile per garantire di intervenire lì dove le situazioni sono più gravi. In previsione ci sono 10 milioni di euro da destinare a manutenzione e ristrutturazione degli edifici scolastici. Una volta approvato il bilancio verrà elaborato un piano per individuare quali scuole saranno destinatarie di questi fondi. Ovviamente - conclude Rappa - le priorità verranno decise in base alle situazioni più gravi legate alla sicurezza» (foto di Igor Petyx).